Logo Repubblica.it
CERCA 
SCRIVI
 
IL GIORNALE 
 

NEWS 
DOSSIER 
FATTI 
MUSICA 
CINEMA 
CULTURA E SCIENZE 
TECNOLOGIE 
INTERNET 
TELEVISIONI 
SPORT 
SCUOLA 
VOLONTARIATO 
SESSI & STILI DI VITA 
GIOCHI 
SERVIZI 
GUIDE 
FORUM E RETE 
 
 
 
 


IN RETE 
(in inglese) 

Castalia 


Apre a Lugano una casa dello studente 
con l'accesso alla rete garantito 24 ore su 24 

Quando Internet 
è come l'acqua corrente

Internet è utile per studiare, lo sanno tutti. Ma a Lugano, nella Svizzera italiana, hanno deciso di trasformare questa convinzione in prassi: nei giorni scorsi è stata annunciata la realizzazione della prima casa dello studente telematica, che offrirà agli occupanti la possibilità di andare in Rete 24 ore su 24. I 14 appartamenti disponibili, per un totale di 34 camere, saranno affittati esclusivamente a studenti per un canone che va dai 355 ai 520 franchi a camera. In questa cifra sono comprese tutte le spese, e quindi anche l'utilizzo di Internet. 

A disposizione degli inquilini ci sarà un indirizzo personale di posta elettronica, ma anche un locale comune attrezzato con computer, stampanti, periferiche varie, oltre che libri e opere su Cd-Rom. In omaggio all'opera di Herman Hesse, la casa si chiama "Castalia" ed è situata nel quartiere di Loreto di Lugano, non lontano dalla stazione ferroviaria. 

L'iniziativa è collegata all'università della Svizzera italiana, che comprende le facoltà di Scienza della Comunicazione e di Economia a Lugano e l'Accademia di architettura a Mendrisio. Grazie a essa gli studenti potranno godere di condizioni persino migliori di quelle offerte agli studenti dei campus americani, in cui il rapporto fra numero di accessi a Internet e posti letto è ancora lontano dal 100 per cento. 

La casa Castalia comincierà ad essere operativa dal primo settembre 1997.


La casa 
telematica 

Nove ragioni